Blog navigation

Categorie

Manutenzione pavimentazione giochi

476 Vista 0 Piaciuto

I parchi gioco sono spazi destinati all’attività di gioco e motoria dei bambini, dotati di attrezzature come scivoli, altalene, dondoli, tutti quei giochi che possono essere utilizzati individualmente e collettivamente dai bambini e strutture gonfiabili da far utilizzare con la supervisione di un operatore specializzato.

I parchi gioco però, essendo destinati ai bambini, devono essere sicuri sia per le attrezzature di cui sono dotati che per quel che concerne le superfici delle aree gioco che possono rivelarsi potenzialmente pericolose per una caduta. Entrambi gli aspetti sono regolati rispettivamente dalle normative EN 1176 e 1177 che, affiancando la norma UNI 11123:2004 per la progettazione dei parchi e le aree da gioco all’aperto, vanno ad essere identificate come uno strumento a garanzia di sicurezza per i parchi giochi dove spesso accadono incidenti che potrebbero essere evitati con un’accurata manutenzione degli stessi.

La norma UNI EN 1177

La norma UNI EN 1177 è quella che riguarda i rivestimenti di superfici di aree da gioco che ne individua le caratteristiche e i requisiti. Fondamentale è che le superfici siano idonee ad assorbire l’impatto di una eventuale caduta che si verifica quando un bambino utilizza uno dei giochi arrecando gravi conseguenze a sé stesso, per questo bisogna scegliere con criterio i materiali da impiegare. La norma inoltre permette di determinare l’altezza di caduta critica con il calcolo dell’indicatore Head Injury Criterion, comunemente abbreviato in HIC, e facendo delle prove pratiche con delle semisfere metalliche che ne simulano l’impatto come se si trattasse della caduta di un bambino.

Questo indicatore infatti prende in considerazione l’energia cinetica della testa del bambino nel momento in cui avviene l’impatto con le superfici delle aree da gioco che devono necessariamente essere anti-trauma.

Le pavimentazioni anti-trauma

Le pavimentazioni anti-trauma devono essere conformi alle norme di sicurezza e avere un’altezza di caduta libera maggiore di 60 cm, ma ogni gioco stabilisce la propria area di gioco e altezza di caduta.

Per le superfici ad assorbimento di impatto naturali può essere utilizzata la pavimentazione dura, non adatta sotto le attrezzature ma per giochi di gruppo e di palla. Gli altri materiali con capacità assorbente da utilizzare sotto le attrezzature da gioco sono la sabbia e la ghiaia, senza argilla o sedimenti, la corteccia, i trucioli di legno, il prato, le mattonelle antitrauma.

Le superfici ad assorbimento di impatto artificiale, invece, possono essere ottenute con mattonelle di spessore diverso o con colata di materiale fuso. Queste pavimentazioni, che proteggono i bambini in una caduta e riducono il rischio di scivolare, sono acquistabili nello store online di Play Casoria, nella categoria parco giochi esterno- antitrauma per esterno. È necessario che la frequenza delle attività di ispezione e manutenzione riguardanti le superfici sia continua perché su di esse potrebbero incidere fattori quali l’uso continuo o l’esposizione ai raggi UV che ne potrebbero ridurre la capacità di assorbire l’impatto ma la manutenzione varia anche a seconda dei materiali utilizzati.

Per la pavimentazione in trucioli di legno o in corteccia, ad esempio, la manutenzione si effettua per ripristinare il livello di sicurezza iniziale quindi stendendo e livellando saltuariamente il materiale così come quando si utilizzano sabbia e ghiaia.

Pubblicato in: Articoli