Blog navigation

Categorie

Giocare in sicurezza: i requisiti per parchi gioco, ludoteche e scuole

405 Vista 0 Piaciuto

Il gioco è un momento di massima libertà per ogni bambino. A casa, a scuola, in ludoteca o al parco giochi, ogni luogo che accoglie il gioco dei bambini deve rispettare come primo e indispensabile criterio quello della sicurezza. Tutto deve partire da una adeguata superficie, una pavimentazione sulla quale i bambini possano correre, saltare e anche cadere, senza il rischio di farsi male. Necessari per giocare in tutta sicurezza sono anche paraspigoli, l’imbottitura delle pareti e i copritermosifoni.

La sicurezza dei giochi è disciplinata da diverse normative. In particolare, UNI EN 1176 è la norma che specifica i requisiti generali di sicurezza per attrezzature e superfici per aree da gioco. La norma UNI EN 14960, invece, stabilisce le caratteristiche tecniche per le attrezzature da gioco gonfiabili che devono essere ignifughe ed avere un'adeguata robustezza e resistenza agli strappi e alle lacerazioni in funzione dei carichi ai quali vengono sottoposti. La normativa che obbliga i luoghi di gioco per bambini ad utilizzare la pavimentazione antitrauma è, invece, la UNI EN1177.

Sicurezza degli ambienti di gioco interni

Anche uno spazio chiuso può rivelarsi pieno di pericoli per la sicurezza dei bambini. Per questo, le aree gioco interne, come le ludoteche, gli asili, le scuole, i centri commerciali e gli spazi adibiti ai più piccoli in bar, ristoranti e pizzerie, devono essere adeguatamente allestite.

Alcuni piccoli accorgimenti sono indispensabili, oltre che obbligatori, per permettere ai bambini di giocare senza correre rischi assolutamente evitabili. Paraspigoli, pareti imbottite con materiale apposito e copritermosifoni sono gli elementi principali di antinfortunistica per interni con cui arredare gli spazi di gioco fra le quattro mura. La pavimentazione antitrauma con cui rivestire il fondo dell’ambiente, invece, sarà in polietilene.

Quali caratteristiche deve avere un’adeguata pavimentazione antitrauma per aree di gioco?

  •          Antiscivolo
  •          Resistente a caldo e freddo
  •          Resistente agli agenti atmosferici e all’usura
  •          Assolutamente atossico
  •          Facile da pulire, dal momento che gli ambienti frequentati dai bambini devono essere continuamente igienizzati. La frequenza degli interventi di lavaggio e disinfezione non deve intaccare l’efficienza della pavimentazione.

Sicurezza degli ambienti di gioco esterni

Fuori, liberi di correre, i bambini tirano fuori tutta la loro energia. È bello poter saltare e giocare in una bella giornata di sole in un parco giochi, ma attenzione a non farsi male. Ogni attrezzatura da gioco (scivoli, altalene, ecc.) definisce una propria area di impatto e un’altezza di caduta.

La normativa UNI EN 1176-1 rende obbligatoria la presenza di una superficie ad assorbimento sull’intera area di impatto. Possono essere utilizzate pavimentazioni antitrauma artificiali o naturali. Come superfici naturali possono essere utilizzati materiali come sabbia, terreno/prato naturale oppure ghiaia.

Nel caso di pavimentazione artificiale i materiali da utilizzare sono gomma sintetica EPDM (dall’inglese Ethylene-Propylene Diene Monomer) o riciclata SBR (dall’inglese Styrene Butadiene Rubber)

Antinfortunistica colorata e interattiva: divertirsi in modo sicuro

Per la scelta, l’acquisto e l’installazione della pavimentazione antitrauma e di tutti gli altri elementi di antinfortunistica per interni o esterni con cui tappezzare qualsiasi area di gioco debitamente allestita, è bene affidarsi ad esperti del settore come Play Casoria, azienda leader nel campo dei parco giochi e delle attrazioni per bambini. Il pavimento antitrauma in gomma è presente in diversi colori, a rotoli o a puzzle, removibile o amovibile. Proprio come pezzi di un puzzle, gli elementi della pavimentazione antitrauma possono essere utilizzati per creare percorsi, forme e figure e trasformarsi da misura preventiva a gioco interattivo ed elemento di arredo colorato e funzionale, perché giocare in sicurezza non è mai stato così divertimento. 

Pubblicato in: Articoli