Blog navigation

Categorie

Il Parco Giochi: oasi di libertà e fantasia, senza dimenticare la sicurezza dei bambini

477 Vista 0 Piaciuto

“Quando un bambino gioca riempie l'universo intero” (Traisen Demashiru). E giocare in un parco giochi è l’espressione della massima libertà per ogni bambino del mondo. Spazi verdi appositamente progettati per lasciare che i piccoli possano sperimentare, arrampicarsi, scivolare, godere della bellezza di un’età spensierata sotto l’occhio felice e protettivo dei genitori.

L’evoluzione dei parchi giochi

I primi parchi giochi risalgono all’800 ma tracce di strutture simili si fanno risalire anche al periodo che va dal 400 al 600 d.c.: questi parchi erano più simili a dei giardini collegati alle festività religiose, in cui avvenivano scambi e festeggiamenti.

La prima testimonianza di uno spazio pubblico in cui i bambini potessero giocare si trova nel dipinto Giochi di bambini del pittore fiammingo Pieter Bruegel il Vecchio. A promuovere l’istituzione dei parchi giochi fu all'inizio del secolo XIX il medico e teorico dell'architettura tedesco Bernhard Christoph Faust.

In Italia il primo parco giochi fu inaugurato nel 1936 a Milano, presso il Palazzo della Triennale. Da allora nelle città la costruzione di questi parchi gioco è diventata un fenomeno diffusissimo: con la diminuzione del verde è aumentata l’esigenza di avere a disposizione spazi in cui i bambini possono allontanarsi dal frastuono e dall’inquinamento del traffico per potersi godere qualche ora di svago tra scivoli gonfiabili, altalene e aiuole colorate.

I parchi giochi più belli d’Italia

Guardando all’Europa, è facile notare come in Italia vi sia un’evidente carenza di parchi gioco. Sono troppo pochi gli spazi dedicati al gioco dei bambini nelle piccole e gradi città dello Stivale. Lungo la Penisola, però, ci sono delle strutture molto belle e suggestive, parchi gioco tematici per bambini di tutte le età. Ne è un esempio il Parco di Pinocchio nella frazione di Collodi a Pistoia. Il parco mischia arte e gioco, ispirandosi alla storia del burattino più famoso d’Italia, romanzo scritto da Carlo Collodi nel 1881

Sempre in Toscana, poi, troviamo un recentissimo parco giochi, il Giardino Volante di Pistoia. Uno spazio divertimenti che rappresenta un unicum nel suo genere: sembra un tradizionale parco giochi, ma i giochi sono concepiti e realizzati da artisti che amano definirli “opere-gioco”. Altalene, giochi a molla, dondoli, scivoli, ecc.ecc sono reinterpretati e arricchiti dalla fantasia di artisti e architetti. Un parco giochi da sogno che libera l’immaginazione ad ogni salto, ogni passo, ogni capriola.

La sicurezza di un Parco Giochi

Al divertimento si deve accompagnare la sicurezza nei luoghi in cui è di casa l’infanzia. La spensieratezza del gioco deve necessariamente accompagnarsi alla certezza di lasciare il proprio figlio in un posto che deve essere prima di tutto sicuro.

Quali sono i principali accorgimenti da mettere in atto per garantire sicurezza e manutenzione ottimale di un parco?

1)Una pavimentazione in gomma antitrauma o antiurto per permettere ai bambini di giocare e anche di cadere senza farsi male. I tappetini antitrauma permettono l’assorbimento dell’impatto e offrono anche una superficie resistente e antiscivolo.

2)Ogni gioco installato deve avere un’area circostante abbastanza ampia per evitare che un bambino, cadendo possa urtare un’altra struttura. Di norma le aree per scivoli superiori a sei piedi di altezza devono essere equivalenti all’altezza della piattaforma dello scivolo. Per quanto riguarda invece l’altalena, l’area di caduta deve essere equivalente almeno al doppio dell’altezza dei perni delle catene. In Italia, queste e altre norme sono regolamentate dalla normativa UNI EN 1176-1 2003, relativa alle attrezzature per le aree da gioco e ai requisiti generali di sicurezza. Secondo questa legge lo spazio minimo libero deve comprendere tre parti: lo spazio occupato dall’apparecchiatura, l’eventuale spazio libero, lo spazio di caduta.

3) Alcune componenti sporgenti delle installazioni di gioco, come bulloni o ganci, potrebbero causare pericolose ferite. È bene, dunque, che non si estendano oltre una certa misura. Devono essere realizzati con materiali resistenti, ma causare il minimo danno da impatto.

4) Un’apertura nell’attrezzatura di un parco giochi può essere una parte in cui la testa di un bambino o un arto potrebbero ritrovarsi intrappolati. In questo caso i supervisori di ogni parco giochi devono calcolare bene le misure delle varie aperture per garantire che nessun bambino possa rimanervi incastrato mentre gioca spensierato.

6) La manutenzione del parco giochi deve essere costantemente attenta a rimuovere tutti quegli elementi che possono causare inciampo durante il gioco: bordi di cemento, le radici e i ceppi, le rocce e i sassolini.

7) I parchi giochi devono essere progettati in modo che i genitori possano sempre osservare i bambini durante il gioco.

8) Ogni parco giochi deve avere aree di gioco appropriate all’età di ogni bambino. Le tre categorie di età dei bambini standardizzate alla finalità della progettazione di parchi giochi sono “bambini piccoli” di età compresa tra 6 e 2 anni, “età pre-scolare” di età compresa tra 2 e 5 e “età scolare” per bambini di età compresa tra 5 e 12 anni. Una buona segnaletica può suddividere le aree a seconda delle età.

9) La manutenzione deve essere programmata e preventiva. Le ispezioni servono a verificare la presenza di parti mancanti, rotte o usurate.

10) Tutte le strutture sopraelevate devono essere protette da cadute accidentali con barriere protettive.

Play Casoria: giochi e accessori per un parco giochi da sogno

Dai giochi classici a quelli più innovativi: da Play Casoria puoi trovare tutto quello che serve per arredare completamente un perfetto parco giochi. Altalene, giochi a molla, castelli, scivoli, giochi a tema, giochi gonfiabili, tappeti elastici, casette per i più piccoli e tanto altro.

Play Casoria, azienda leader nel settore del divertimento per bambini e ragazzi, garantisce la qualità delle attrezzature ludiche, create con materiali pensati appositamente per la sicurezza dei bambini, nel rispetto delle normative europee. Uno staff specializzato vi guiderà nella scelta delle migliori installazioni per un parco giochi divertente, funzionale e sicuro, dove i bambini possono imparare a socializzare, sviluppare le capacità sensoriali e cognitive attraverso il gioco.

Un vasto assortimento di forme, colori e materiali diversi, per rispondere alle esigenze fantasiose dei bambini e alla richiesta di sicurezza dei genitori. Pavimentazione antitrauma e tutti gli accessori per l’arredo di un parco giochi (panchine, cestini, bacheche, segnaletica, paletti antiurto) completano il ricchissimo catalogo di Play Casoria dedicato al parco giochi. Esperienza, sicurezza e creatività sono da sempre i valori fondanti di quest’azienda: perché per Play Casoria il gioco è una cosa seria!

Pubblicato in: Articoli