Blog navigation

Categorie

Come arredare un asilo nido: consigli e indicazioni per ogni area

74 Vista 0 Piaciuto

L’arredo è una componente fondamentale dell’asilo nido. In questa fase della vita di ogni bambino ogni singolo elemento è importante, partendo dai colori, passando per i giochi e arrivando a comprendere ogni singolo dettaglio. Quando si arreda un asilo nido bisogna dunque prestare molta attenzione a quello che si sceglie.

Asilo nido: la divisione in aree

Stiamo parlando di strutture sulle quali non bisogna mai risparmiare in sicurezza, dal momento che verranno utilizzate dai bambini nei loro momenti di apprendimento, svago, ma anche relax e riposo. I materiali proposti da Play Casoria, azienda leader nel settore dell’arredo scuola, sono sempre conformi alla norma.

Nell’arredare un asilo nido è bene procedere per aree, andando a progettare e riempire i diversi spazi dedicati ai più piccoli. L’ingresso andrà pensato, ad esempio, come una zona accoglienza, con poltroncine, sedie, tavolini e specchi antinfortunistici.

Lo spogliatoio

Subito dopo l’ingresso ci sarà lo spogliatoio, studiato in modo da occupare meno spazio possibile. Qui troveranno posto gli armadietti, gli appendiabiti e le scarpiere di ogni singolo bambino, dove si riporranno zainetti ed effetti personali: ogni singolo spazio sarà contrassegnato da un simbolo specifico per ogni bambino.

Area attività

L’interno dell’asilo nido andrà strutturato a seconda delle età.

Per i bambini più grandi ci sarà bisogno di tavoli, sedie e scaffali.

Scaffali bassi= serviranno per riporre i libri, a cui il bambino potrà direttamente attingere, scegliendoli in completa autonomia.

Scaffali alti= qui si riporranno i giochi in comune, e tutto il materiale per disegnare e colorare, ovvero tutti quegli oggetti che saranno distribuiti tra i bambini a seconda delle richieste e delle attività, sotto la supervisione delle maestre e del personale di supporto.

All’interno del vasto assortimento di Play Casoria puoi trovare mobili adatti alle diverse attività dell’asilo, carrelli portaoggetti e coloratissimi scaffali componibili che, posizionati uno accanto all’altro, formano sagome di personaggi, animali e mondi amati dai più piccini.

L’area attività deve essere molto capiente e al centro dell’aula devono trovare posto tavolini e sedie, per permettere ai bambini di giocare in modo ordinato e avendo a disposizione un piano d’appoggio.

Nell’angolo si posiziona, invece, la lavagna, utile per trasmettere ai bambini le prime nozioni prescolastiche, per comunicazioni importanti e per illustrare come eseguire una precisa attività.

Per i bambini più piccoli va creata un’area a parte che comprende: un grande tappeto su cui possono muoversi e giocare i bambini che stanno imparando a muovere i primi passi, uno spazio libero per il movimento, tavolini e sedioline e una zona per il riposino, composta da tanti piccoli lettini.

Quando non si hanno a disposizione diverse stanze, ma una sola grande aula, le diverse aree possono essere separate da recinzioni colorate.

Il bagno

Il bagno deve essere semplice e funzionale. Piccoli water e piccoli lavandini a misura di bambino, dove i più piccoli possono sperimentare le prime forme di autonomia, sotto un’adeguata supervisione. Non mancano i fasciatoi, accanto ai quali vanno sistemate delle mensole su cui riporre i cambi per ogni bambino. Ognuno avrà la sua asciugamano, che troverà posto nel gancetto appeso al muro ad altezza bimbo.

Sala per il pranzo

La sala per il pranzo si compone di diversi tavoli con sedie o seggioloni, a seconda dell’età, che permettono ai bambini di sistemarsi al meglio durante l’ora della pappa. Le educatrici distribuiranno ad ogni bambino l’occorrente per il pranzo, preoccupandosi di monitorare la situazione, di imboccare i più piccoli e di monitorare costantemente il sicuro svolgimento del pasto.

L’occasione di pasto e merenda diventa un ulteriore momento di insegnamento, con la presenza di pattumiere colorate e dalle forme originali: i bambini saranno guidati nella corretta differenziazione dei rifiuti.

Lungo le pareti trovano posto i disegni dei bambini, la decorazione più indicata per un asilo! Sulle mensole, invece, spiccano i lavoretti realizzati dai piccoli, in occasione delle festività e delle ricorrenze speciali.

Come arredare l’esterno di un asilo nido

Le attività di un asilo, però, non si svolgono solo all’interno. Fuori, nel giardino, va allestito un vero e proprio parco giochi, dove i bambini potranno muoversi in libertà e sicurezza nelle giornate di sole. Play Casoria ha tutto quello che ti serve per arredare l’esterno del tuo asilo nido: castelli fantasy, altalene, giochi a molla, scivoli e giostrine, oltre all’indispensabile pavimentazione antinfortunistica.

Antinfortunistica per asilo nido

La sicurezza ha un ruolo di primaria importanza nell’arredamento antinfortunistico di un asilo nido: il pavimento sul quale si muovono i bambini durante le attività sarà composto da mattonelle antinfortunistiche, ovvero comoda pavimentazione che attutisce le eventuali cadute; salvatesta, salva spigoli e para colpi andranno sistemati su finestre, mobili e pareti; copricaloriferi e varie tipologie di imbottiture completeranno la totale messa in sicurezza delle aule dedicate ai bambini.

Per arredare in modo completo, funzionale e sicuro il tuo asilo nido affidati ai professionisti del settore, affidati all’esperienza e alla qualità Play Casoria!

Pubblicato in: Articoli