Blog navigation

Categorie

Programma di manutenzione delle aree gioco

42 Vista 0 Piaciuto

Il primo parco pubblico in Italia è stato realizzato nel 1936 a Milano, presso il Palazzo della Triennale, per consentire ai bambini e agli adolescenti un’occasione di socialità al di fuori della scuola e lo svolgimento di attività motoria, consolidate poi nella nozione di parco giochi che indica tutti quegli spazi attrezzati, costuditi o non custoditi, generalmente inseriti in scuole, oratori, spiagge, attività commerciali. Con il passare degli anni le aree gioco sono state sempre più ampliate e dotate di scivoli, altalene, gonfiabili, dondoli e tanti altri nuovi giochi, per i più piccoli, ai quali sono state affiancate, nella stessa area, strutture come piste ciclabili o per pattini a rotelle, tavoli da ping-pong, rampe per skateboard per tutte le età.

Le attrezzature ludiche presenti nei parchi gioco devono essere conformi e omologati alla norma europea EN 1176 così come le superfici sulle quali vengono installate che devono essere conformi alla norma EN 1177.

L’installazione delle attrezzature nelle aree gioco deve tener conto della distanza di sicurezza, dell’orientamento in base a sole e vento per evitare che il surriscaldamento di strutture metalliche possa creare scottature, e delle superfici anti trauma, inoltre ogni attrezzatura deve essere dotata di una targhetta con l’indicazione del produttore, l’età per l’utilizzo, il codice, l’anno di produzione del prodotto e il riferimento alla norma in vigore.

Per garantire ai bambini e ai loro genitori un adeguato livello di sicurezza, all’interno delle aree gioco, è necessario che il proprietario del parco giochi, o chi lo gestisce, ispezioni l’area e segua un programma di manutenzione.

Ispezione e manutenzione: cosa bisogna fare

L’ispezione e la manutenzione si articolano entrambe su tre gradi diversi. Per quanto riguarda l’ispezione, per verificare eventuali rischi derivanti da atti vandalici o usura, soprattutto nelle aree più frequentate, dovrebbe essere fatta almeno una volta al giorno l’ispezione visiva.

Segue poi l’ispezione operativa da effettuare ogni paio di mesi per verificare nel dettaglio in quale stato versano le attrezzature o la pavimentazione e per verificarne l’usura.

Infine l’ispezione principale annuale per verificare la sicurezza dell’area gioco prestando attenzione però a più fattori come gli effetti degli agenti atmosferici, della corrosione, usura, vandalismo e deve essere effettuata da aziende certificate. Per quel che concerne invece la manutenzione, essa si interessa di aspetti diversi che è importante tenere sotto controllo.

La manutenzione ordinaria riguarda la messa in sicurezza delle attrezzature, la sostituzione o riparazione delle parti usurate degli attrezzi, la riverniciatura delle superfici e degli arredi, il serraggio dei bulloni, la pulizia, rimozione di vetri rotti invece quella correttiva riguarda la sostituzione delle parti usurate e difettose, il livellamento delle pavimentazioni per evitare cadute, la sostituzione delle attrezzature con altre certificate, la correzione di eventuali difetti di montaggio o fissaggio delle attrezzature.

La manutenzione straordinaria si occupa della realizzazione di nuove aree di gioco, dell’aggiunta di altre attrezzature e di nuova segnaletica o delimitazioni nonché dell’adeguamento della pavimentazione e della viabilità pedonale.

L’attività di manutenzione si rivela essere fondamentale in queste aree per ridurre i rischi da infortunio provocati dall’uso delle attrezzature ludiche e per garantire il divertimento ai più piccoli in totale sicurezza.

Programma di manutenzione con sitte specializzate

In alternativa all’effettuazione della manutenzione in proprio è possibile redigere un programma di manutenzione e metterlo in atto attraverso ditte specializzate come la PlayCasoria srl.

Con un adeguato programma di manutenzione il parco giochi è sicuro e le attrezzature hanno una durata maggiore, riducendo al minimo gli interventi di natura straordinaria come la sostituzione delle attrezzature.

Pubblicato in: Articoli